cronache martinesi

Direttore Pietro Andrea Annicelli

Laboratorio interattivo su Rossini

di Redazione

22/05/2018 Agenda

Valutazione attuale:  / 4
Scarso Ottimo 
Vota
Laboratorio interattivo su Rossini

 

Le scuole della rete nazionale Mettiamoci all’opera nonché di Martina, presiedute dall’Istituto comprensivo Angelo Raffaele Chiarelli che è la scuola coordinatrice capo fila, dal 23 al 27 maggio parteciperanno a un grande laboratorio interattivo che coinvolgerà la città e il territorio. Sono previsti concerti, seminari, conferenze. Per l’occasione, le scuole saranno aperte anche nel pomeriggio.

Si tratta dell’unica iniziativa in memoria del grande compositore Gioacchino Rossini che coinvolge un’intera comunità. È compresa nell’ambito delle iniziative per la seconda edizione della Biennale delle Memorie. Rossini e non solo quest’anno è rivolta alle scuole per il centocinquantenario della morte del compositore di Pesaro.

L’evento è curato da Italiadecide, fondazione presieduta da Luciano Violante, e dall’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani. È patrocinato dal Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, e avviene in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, del Comune di Martina Franca, della Fondazione Paolo Grassi, della Città di Pesaro, del Comitato per il centocinquantesimo anniversario della scomparsa di Rossini, della Fondazione Rossini, del 16° Stormo dell'Aeronautica Militare, della Fanfara del Comando Scuole dell'Aeronautica Militare e 3a Regione Aerea di Bari.

In precedenza sono stati ricordati altri anniversari con due conferenze. Ovvero, il 14 aprile: 50 anni dal movimento del ’68 con Marco Boato, sociologo, e Marcello Veneziani, giornalista e scrittore. Il 5 maggio è stato invece proposto il tema 80 anni dalle leggi razziali con la storica Anna Foa. Infine, lo scorso 19 maggio, Maurizio Corbetta, direttore della Clinica neurologica dell’Azienda Ospedaliera di Padova nonché professore ordinario di Neurologia all’Università di Padova, ha affrontato il tema Dialogo su cervello e me.

È in corso, infine, la mostra fotografica personale di Federica Gioffredi sul tema Due secoli dopo. Da Napoli a Martina Franca, già allestita nelle Sale d’Avalos di Palazzo Ducale. L’artista ha ripercorso il viaggio, con la sua macchina fotografica, della duchessa Francesca Giudice Caracciolo, figlia di Francesco principe di Cellamare e duca di Gesso, da Napoli a Martina Franca nel 1830.

Lascia un commento

Verify Code