cronache martinesi

Direttore Pietro Andrea Annicelli

Maurizio Di Pierro: un cortometraggio per la donazione degli organi

di Redazione

10/01/2019 Sociale

Valutazione attuale:  / 5
Scarso Ottimo 
Vota
Maurizio Di Pierro: un cortometraggio per la donazione degli organi

 

La vita non aspetta è il cortometraggio che sarà proiettato questa sera alle 19.00 a Locorotondo. Diretto da Maurizio Di Pierro, è stato realizzato per sensibilizzare alla donazione degli organi. Nella sala Don Lino Palmisano a Villa Mitolo, dove si svolgerà la proiezione, la giornalista Miriam Palmisano presenterà la serata in collaborazione con l'Aido di Martina Franca e il patrocinio del Comune di Locorotondo. L'ingresso è gratuito.

Scritto da Roberta Romito, cardiologa del Centro Trapianti del Policlinico di Bari, il corto è la storia del piccolo Giuseppe che dodici anni fa non sopravvisse a una patologia cardiaca. Gli attori sono Mimmo Lacarbonara, Iolanda Di Pierro, Antonio Solito, Rosa Semeraro, Roberta Romito, Eugenio Caliandro, Maria Grazia Greco, Michele Lasorte, Raffaello Granaldi, Daniele Solito, Marco Palmisano, Diego Palmisano. Tra essi, la mamma di Giuseppe, che nel corto interpreta la madre del bimbo protagonista.

«Donare è il più grande gesto d’amore nei confronti del prossimo» dice Maurizio Di Pierro. «Oggi, però, occorre ancora far crescere la consapevolezza dell’importanza d'un gesto di estremo altruismo e generosità attraverso il quale ognuno di noi, superando le barriere del pregiudizio e della disinformazione, può concretamente salvare delle vite. L’auspicio è che, attraverso questo corto, si possa offrire un momento di riflessione su un argomento di assoluto rilievo anche sotto l’aspetto etico e sociale».

La sceneggiatura è di Roberta Romito, le riprese di Fabio Filomena, la direzione tecnica di Rosa Semeraro, i costumi di Annalisa Milanese. Assistente alla regia è Francesca Di Pierro, il trucco è di Laura Filomena, l'audio di Marco Tagliente. Voce narrante è Vito Caramia mentre le musiche originali sono state composte da Carlo Putignano, che le esegue con Andrea Semeraro e Franco Speciale. Maurizio Di Pierro ringrazia, oltre a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione de La vita non aspetta, «i responsabili dell’associazione Lo sportello di Mattia, realtà ormai consolidata nel campo della consulenza filosofica, costituita nel 2014 anche per avviare una costante attività di sensibilizzazione ai temi della donazione, e gli amici della scuola di musica Nota Bene e de La Palestra».

Lascia un commento

Verify Code