cronache martinesi

Direttore Pietro Andrea Annicelli

Contrasto al randagismo: firmata la convenzione con le onlus

di Redazione

10/01/2019 Municipio

Valutazione attuale:  / 3
Scarso Ottimo 
Vota
Contrasto al randagismo: firmata la convenzione con le onlus

 

È stata firmata la convezione tra il Comune e le associazioni Gli Angeli dei Randagi e Enpa Martina Franca inerente le misure di prevenzione e lotta al randagismo nel centro abitato. Le associazioni, impegnate nella protezione degli animali, lavoreranno in sinergia con il Comune per svolgere le attività di monitoraggio del randagismo, di controllo del territorio, d'incentivazione alle adozioni dei cani randagi e di sensibilizzazione dei cittadini. La convenzione s'inserisce nel complesso delle azioni che l’Amministrazione comunale sta attuando per affrontare il fenomeno del randagismo.

«Questa convenzione è il segno di una proficua collaborazione con i volontari che tutti i giorni si prendono cura dei nostri animali che spesso vengono abbandonati in maniera indiscriminata» ha evidenziato l'assessore all'Ambiente, Valentina Lenoci. «Essere proprietari di un animale d'affezione comporta delle responsabilità sia verso i cuccioli a quattro zampe che verso la collettività per via degli ingenti costi di ricovero e assistenza sostenuti dal Comune. Randagismo e abbandono sono fenomeni non solo da contrastare, ma il più possibile da neutralizzare anche con una corretta formazione della cittadinanza». Inoltre: «L’aiuto dei volontari è determinante, così come fondamentale è il contributo che le associazioni danno al Comune per facilitare le adozioni. Siamo di fronte a un fenomeno che dobbiamo affrontare a trecentosessanta gradi poiché gli interventi di prevenzione e di contrasto al randagismo non si misurano soltanto con le adozioni, ma passano anche e soprattutto dalle sterilizzazioni».

Il Comune ha pubblicato un bando per l'assegnazione d'un contributo per interventi di sterilizzazione canina, dando così la possibilità ai cittadini, proprietari di un animale regolarmente identificato con microchip e iscritto all’anagrafe canina regionale, che siano titolari di pensione minima o sociale, o titolari di reddito complessivo lordo non superiore a quindicimila euro annui, o disoccupati o inoccupati, di beneficiare dell’intervento di sterilizzazione canina senza dover corrispondere alcun corrispettivo. Inoltre, è stato pubblicato l’avviso rivolto ai veterinari operanti sul territorio comunale per la creazione di una short list di professionisti disponibili a interventi in convenzione con il Comune a tariffa fissa di centocinquanta euro.

«Il futuro ci vedrà impegnati a intensificare il sistema di controllo e sanzione nei confronti di quei proprietari che non hanno microchippato i loro cani» ha precisato l'assessore Lenoci. «Sono piccoli passi che testimoniano il lavoro fatto per arginare il fenomeno del randagismo e l’attenzione per gli animali. Non a caso negli ultimi mesi, con i nostri operai, abbiamo reso operativa quella parte del canile che consente, oggi, di sterilizzare direttamente a Martina i nostri cani senza spostarsi a Taranto, e abbiamo lavorato aa un nuovo bando per la gestione del canile comunale per i prossimi due anni».

Lascia un commento

Verify Code