cronache martinesi

Direttore Pietro Andrea Annicelli

Manuscripta: Charlotte Salomon

di Redazione

04/03/2019 Agenda

Valutazione attuale:  / 4
Scarso Ottimo 
Vota
Manuscripta: Charlotte Salomon

 

Sabato 9 marzo alle 19:00 sarà presentato presso la Sala degli Uccelli del Palazzo Ducale Charlotte Salomon, nuovo graphic novel di laria Ferramosca e Gian Marco De Francisco pubblicato da Becco Giallo Editore. Il lavoro racconta la vita della pittrice uccisa ad Auschwitz. Dialogherà con gli autori Piero Angelini, direttore artistico di Manuscripta. Interverranno Anna Maria Montinaro, presidente nazionale dei Presìdi del Libro, Michele Pastore dell'Associazione Terra Terra, l'assessore alle Attività culturali, Antonio Scialpi, e il sindaco Franco Ancona.

Charlotte Salomon nasce a Berlino nel 1917 e muore nel 1943 il giorno stesso in cui arriva ad Auschwitz incinta di quattro mesi, quindi inutile al lavoro forzato. Muore dopo aver lasciato al sicuro 769 gouaches nei quali scorre, in soli tre colori, tutta la sua vita. Il suo scopo è che «si possa sapere, un giorno, quanto abbia voluto viverla, dopo il suicidio di tre donne a lei vicine, dopo aver sconfitto il destino attraverso l’arte», si legge nella nota stampa di Manuscripta.

A seguire avverrà la donazione dei libri a fumetti acquistati dalla vendita delle stampe delle mostre personali di Lelio Bonaccorso, Grazia La Padula, Roberto Grossi, Thomas Campi e Giulio Rincione avvenuta durante la terza edizione di Manuscripta Festival della Letteratura a Fumetti della Valle d’Itria. Saranno inoltre donati alla Biblioteca Comunale Isidoro Chirulli sessanta libri a fumetti «rigorosamente acquistati nelle librerie cittadine, ponendo così una solida base per un vero e proprio reparto dedicato alla nona arte».

L’evento si inserisce nelle attività di Manuscripta, il festival della Valle d’Itria dedicato alla letteratura a fumetti organizzato dal Presidio del libro e dall’Associazione Terra Terra con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, della Regione Puglia e del Comune di Martina Franca già Città che legge.

Lascia un commento

Verify Code