cronache martinesi

Direttore Pietro Andrea Annicelli

Donato Pentassuglia e l'ospedale che si rinnova

di Redazione

30/03/2019 Attualità

Valutazione attuale:  / 7
Scarso Ottimo 
Vota
Donato Pentassuglia e l'ospedale che si rinnova

 

Questa mattina il presidente della Regione, Michele Emiliano, ha effettuato un sopralluogo nell’ospedale per verificare l’andamento degli interventi di riqualificazione in corso. Lo ha accompagnato Donato Pentassuglia, consigliere regionale del Pd ed assessore alla Sanità nell'ultimo anno della seconda Amministrazione Vendola. Pentassuglia si è direttamente impegnato per quei lavori che dovrebbero consentire, una volta attuati, una migliore organizzazione del presidio ospedaliero martinese.

Quali sono le novità?
«Il cantiere è già aperto per i lavori alla Rianimazione. L'ingresso sarà ammodernato e messo in sicurezza. Quando piove non ci si dovrà più accedere chiudendo poi l'ombrello, ma si avrà a disposizione una zona filtro tutta coperta. Ci saranno inoltre delle sale d'aspetto e spazi nuovi per i laboratori infermieristici. Il Pronto soccorso avrà un accesso diverso e spazi più ampi per stazionarvi. Continuano inoltre i lavori di ammodernamento per Nefrologia e Dialisi: sono gli ultimi reparti dell'ospedale storico che vengono messi a norma. E si potrà riaprire, dopo aver superato il contenzioso con alcune aziende, il nuovo reparto di Cardiologia con dodici posti letto, più altri sei nell'Utic».

I dati dicono che a Martina si nasca di più.
«Nel 2018 ci sono stati cento nuovi nati rispetto all'anno precedente: 704. Anche Pediatria dispone di nuovi spazi. E la visita odierna è l'occasione per spostarne il personale da Ostetricia, a cui vengono restituite le quattro stanze che erano state occupate da Pediatria durante i lavori. Oggi abbiamo anche presentato i nuovi interventi per l'efficientamento energetico. Ciò dopo aver vinto, insieme all'ospedale Moscati di Taranto, il bando che consentirà ammodernamenti per un importo di tre milioni di euro. I lavori inizieranno dopo l'estate e dureranno due anni».

Sono previsti altri interventi?
«Abbiamo consegnato i lavori per via Pitagora, che prevedono la demolizione e la ricostruzione di cinque piani per realizzare ambulatori, servizi sanitari e messa a norma degli spazi occupati dal Sert e dal 118. Il 4 aprile si chiuderà la conferenza di servizi per il nuovo distretto sociosanitario dopo che in passato mi sono dovuto scontrare con la burocrazia per la lentezza delle relative procedure. Entro la fine dell'anno saranno appaltati i lavori per il nuovo distretto socio sanitario. Quando entrerà in funzione, la Asl potrà risparmiare 462mila euro all'anno: il costo degli affitti degli immobili attualmente adibiti a questa funzione».

Lascia un commento

Verify Code