cronache martinesi

Direttore Pietro Andrea Annicelli

Generositą: il premio a chi ha aiutato ad aiutare

di Redazione

02/04/2019 Sociale

Valutazione attuale:  / 4
Scarso Ottimo 
Vota
Generositą: il premio a chi ha aiutato ad aiutare

 

L'edizione 2019 del Premio Generosità ha visto il direttivo del Coordinamento associazioni di volontariato (Cav) insignire Carmelo Casavola in rappresentanza, come presidente, del Rotary Club Martina Franca. Inoltre, la Pro Loco Martina Franca, Mariuccia Balsamo, Anna Maria Basile, il Moto Club San Martino, Graziella Viviano, Cittadinanzattiva-Tribunale per i Diritti del Malato, Saveria Cosima Rita Esposito, l’Associazione integrazione diversamente abili nelle persone di Michele Santoro e Antonio Caramia, l’Associazione trapiantati organi nelle persone di Martino e Rosa Leo, L’Associazione Riuniti per Caso, Domenica Scarano, la Pubblica assistenza AR27 SER Martina, Roberto Massa, l’Unicef, Pina Chirulli, l’Università dell’Età Libera, il Gruppo volontariato vincenziano, Luigi Desiati. L’Unitalsi ha premiato l’Associazione Moto Club San Martino. L’Associazione Gli angeli dei Randagi ha fatto lo stesso con Sabrina Caramia. L’Auser Martina Franca ha insignito Davide Fumarola e la Federconsumatori Antonella Chirico. L’Associazione trapiantati organi ha anche consegnato un attestato di benemerenza a Nicola Castellana.

Si è così definito un premio che «viene consegnato alle persone che si sono distinte per aver aiutato e sostenuto le attività delle ventisette associazioni di volontariato aderenti al Cav, che non sono solo di Martina Franca, ma anche di altri comuni come Taranto e Mottola» ha evidenziato il presidente dello stesso Cav, Gianni Genco (a sinistra nella foto insieme al sindaco Franco Ancona). «Sono proprio le organizzazioni del nostro Cav a segnalare ogni anno le persone che ricevono il Premio Generosità, tutte protagoniste di un’azione concreta di particolare generosità nei confronti delle stesse organizzazioni di volontariato. Non sempre si tratta di donazioni materiali, ma molto più spesso di aver messo a disposizione, con spirito di gratuità, le proprie competenze ed energie supportando così le attività di volontariato».

I premiati hanno ricevuto una semplice targa realizzata con un pezzo di legno su cui è apposta una tela fissata con quattro chiodi con il logo della Casa del Volontariato di Martina Franca: una lumaca scolpita e realizzata dall’artista Letizia Battaglia. Il guscio rappresenta una casa che, oltre ad avere un valore in sé, è vitale perché è abitata da tante associazioni di volontariato. «Una casa di fondamentale importanza perché accoglie energie e azioni utili per l’intera collettività» evidenzia la nota stampa diffusa. «Da qui il motto insieme per agire della Casa del Volontariato». Ogni targa, oltre a riportare il nome della persona generosa, è anche numerata affinché non si perda mai la memoria delle persone che hanno aiutato ad aiutare.

La manifestazione, giunta alla settima edizione, è stata organizzata dal Cav e condotta da Lucia Aquaro. Tra gli intervenuti il sindaco, Franco Ancona, l’assessore ai Servizi sociali, Tiziana Schiavone, e la consigliera comunale Maria Marangi. Inoltre, il presidente di Cittadinanzattiva Puglia Matteo Valentino, già sindaco di Cerignola e già presidente della Provincia di Foggia.

Lascia un commento

Verify Code