cronache martinesi

Direttore Pietro Andrea Annicelli

Il 25 aprile attraverso il sacrificio di chi ci fu

di Redazione

25/04/2019 Attualità

Valutazione attuale:  / 3
Scarso Ottimo 
Vota
Il 25 aprile attraverso il sacrificio di chi ci fu

 

Una scelta di libertà, testimonianze e riflessioni sulla Resistenza, è l'iniziativa promossa questa mattina dall'Assessorato alle Attività culturali in occasione della Festa della Liberazione.

Interverranno con una serie di testimonianze Paolo Notarnicola del collettivo 080, Massimo Bertocci, imprenditore e capo scout, produttore d'un film sull'impegno degli scout durante la Resistenza, il giornalista Gianni Svaldi che rievocherà la figura del nonno partigiano.

Livia Mariella e Pierluigi Morizio di Teatri & Culture eseguiranno una lettura dalle lettere dei condannati a morte della Resistenza.

«Non possiamo rimuovere, soffocare e spegnere per la seconda volta queste voci che ci ricordano i sacrifici di tanti cittadini, donne, soldati, lavoratori, giovani studenti» dichiara l'assessore alle Attività culturali, Antonio Scialpi, che coordinerà l'evento. «Il loro grido di libertà ci risuona sempre nelle orecchie, malgrado l'ingratitudine e l'ipocrisia di chi non vuole sentire e ricordare questi preziosi contributi con la vita, che hanno consentito a tutti, ma proprio a tutti, di parlare, esprimere opinioni, di criticare, e, spesso, anche di offendere, in modo ingiustificato, la dignità delle persone. Riprendiamoci il valore della libertà sovente calpestato».

L'appuntamento è nel Palazzo Ducale alle 11.00. L'ingresso è libero.

Lascia un commento

Verify Code