cronache martinesi

Direttore Pietro Andrea Annicelli

Un papÓ particolare

di Redazione

19/03/2018 Società

Valutazione attuale:  / 5
Scarso Ottimo 
Vota
Un papÓ particolare

 

Nella giornata dedicata alla festa del papà, che ha come ricorrenza per la Chiesa cattolica la venerazione di San Giuseppe, degli auguri particolari sono quelli che il trentanovenne Mario Caroli, avvocato civilista impegnato politicamente in Forza Italia, ha voluto rivolgere sul suo profilo di Facebook all’ottantaseienne padre Giuseppe, l’indimenticato deputato e sottosegretario protagonista della politica cittadina fin dagli anni Cinquanta per poi divenirlo di quella nazionale dagli anni Settanta ai Novanta.

In un post intitolato Il padre e l'uomo di stato, Mario Caroli scrive: «Fino a miei vent'anni eri il padre che potevo godermi solo in viaggio durante le vacanze. Per gli altri eri don Pinuccio, l'onorevole, il luogotenente di Andreotti. Non c'eri molto ma quando c'eri era bellissimo: dolce, premuroso, rassicurante».

Poi un ricordo che rimanda direttamente alle paure degli anni di piombo: «Quando, piccolino, ti vedevo scortato da quell'alfetta bianca, blindata, con quegli uomini con i mitra, tutto mi sembrava normale, faceva parte del tuo lavoro. Poi seppi delle minacce, seppi che Prima Linea ti voleva morto e la mamma, a casa terrorizzata, ogni sera si chiedeva se saresti rientrato».

Giuseppe Caroli venne a lungo scortato giorno e notte dopo che il suo nome risultò incluso in un elenco di persone da rapire rinvenuto in un covo di Prima Linea in provincia di Taranto. Durante la campagna elettorale del 1983, l’allora sottosegretario fu costretto a modificare l’orario dei comizi per evitare il rischio di attentati.

Infine: «Grazie a Dio sei ancora qui ed illumini anche solo con uno sguardo la vita dei tuoi figli. Auguri a tutti i papà».

 

Nella foto Giuseppe Caroli, in primo piano, un anno fa in occasione dei festeggiamenti per i novant'anni del fratello Alessandro, accanto a lui, prima d’un concerto organizzato dal Parnaso delle Muse. Visibile, anche, sua nipote Elisabetta Caroli, figlia di Alessandro.   

Lascia un commento

Verify Code

Cara lettrice, caro lettore,

Cronache Martinesi fa un giornalismo di provincia ma non provinciale secondo l'idea plurale, propria di internet, che ogni punto è un centro. Fare del buon giornalismo significa fornire a te che ci leggi delle informazioni sui fatti e sul loro approfondimento. Richiede professionalità, fatica e ha un costo. Cronache Martinesi vuole continuare a proporre un'informazione libera e indipendente. Se ti piace quello che leggi, puoi liberamente contribuire con una somma, anche minima, tramite PayPal. Ci aiuterà a fare sempre meglio il nostro lavoro. Grazie.

Pietro Andrea Annicelli