cronache martinesi

Direttore Pietro Andrea Annicelli

Giuseppe Palestra č il nuovo informatico del Comune

di Redazione

24/09/2018 Municipio

Valutazione attuale:  / 3
Scarso Ottimo 
Vota
Giuseppe Palestra č il nuovo informatico del Comune

 

Giuseppe Palestra, trentaseienne informatico e dottore di ricerca all’Università degli studi di Bari con significative esperienze internazionali nell’ambito dell’innovazione tecnologica e dell’intelligenza artificiale, è il nuovo funzionario informatico del Comune. Palestra, che già dal mese scorso fa parte dell’Ufficio informatizzazione e della struttura operativa comunale, si è classificato primo in graduatoria del concorso pubblico riservato a laureati in informatica o ingegneria su settantadue candidati.

Il concorso prevedeva una preselezione espletata a marzo, due prove scritte il 12 e il 13 aprile, un esame orale con colloquio in lingua inglese il 5 giugno. La graduatoria definitiva, approvata con determina n.204/2018, ha dichiarato idonei i primi sette classificati e può quindi essere utilizzata, nei prossimi tre anni, anche da altre pubbliche amministrazioni che facciano richiesta. «A tal proposito l’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Puglia ha, nelle scorse settimane, fatto pervenire richiesta di utilizzo della stessa graduatoria per due unità e il Comune di Martina, con delibera di giunta del 20 settembre, ha deliberato favorevolmente alla richiesta» rileva una nota stampa del Comune.

Lascia un commento

Verify Code

Cara lettrice, caro lettore,

Cronache Martinesi fa un giornalismo di provincia ma non provinciale secondo l'idea plurale, propria di internet, che ogni punto è un centro. Fare del buon giornalismo significa fornire a te che ci leggi delle informazioni sui fatti e sul loro approfondimento. Richiede professionalità, fatica e ha un costo. Cronache Martinesi vuole continuare a proporre un'informazione libera e indipendente. Se ti piace quello che leggi, puoi liberamente contribuire con una somma, anche minima, tramite PayPal. Ci aiuterà a fare sempre meglio il nostro lavoro. Grazie.

Pietro Andrea Annicelli