cronache martinesi

Direttore Pietro Andrea Annicelli

Giuseppe Conte: decarbonizzare il siderurgico di Taranto possibile

di Redazione

17/07/2020 Puglia

Valutazione attuale:  / 3
Scarso Ottimo 
Vota
Giuseppe Conte: decarbonizzare il siderurgico di Taranto  possibile

 

Il premier Giuseppe Conte dichiara sulla sua pagina Facebook che si sta per chiudere il «dossier dell’Ilva di Taranto». L’intervento segue l’apertura del ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, alla trasformazione della fabbrica al funzionamento con l’utilizzo dell’idrogeno al posto del carbone, la cosiddetta decarbonizzazione chiesta da tempo dal presidente della Regione, Michele Emiliano.

L’annuncio di Patuanelli ha provocato la reazione dei sindacati che temono le conseguenze occupazionali della chiusura dell’area a caldo, cuore della fabbrica e anche sede principale della produzione oltre che  dell’inquinamento. I sindacati stessi reclamano il coinvolgimento nelle scelte che il Governo nazionale sta compiendo d’intesa con l’Unione europea.

Ieri il commissario alla concorrenza, Margrethe Vestager, ha rilevato che non ci sarebbe un problema nel settore di sua competenza per l’eventuale riconversione a idrogeno dello stabilimento, sgombrando così il campo dal timore d’una procedura d’infrazione per aiuti di Stato. Il senatore tarantino Mario Turco, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, a sua volta evidenzia che i segnali ricevuti dall’Europa inducono il Governo a ritenere che «una riprogrammazione green dell’ex Ilva, con chiusura dell’area a caldo, sia realmente possibile».

Intanto ArcelorMittal ieri ha comunicato ai sindacati la fermata del treno nastri 2, che occupa circa duecento operai, per riorganizzare la programmazione degli ordini previsti per il reparto. Ne hanno dato notizia la Fim, la Fiom e la Uilm che hanno anche denunciato allo Spesal Asl che i lavoratori «sono costretti a usare tute non pulite e soprattutto non in condizioni adeguate secondo quanto previsto dal fornitore».

Lascia un commento

Verify Code

Cara lettrice, caro lettore,

Cronache Martinesi fa un giornalismo di provincia ma non provinciale secondo l'idea plurale, propria di internet, che ogni punto è un centro. Fare del buon giornalismo significa fornire a te che ci leggi delle informazioni sui fatti e sul loro approfondimento. Richiede professionalità, fatica e ha un costo. Cronache Martinesi vuole continuare a proporre un'informazione libera e indipendente. Se ti piace quello che leggi, puoi liberamente contribuire con una somma, anche minima, tramite PayPal. Ci aiuterà a fare sempre meglio il nostro lavoro. Grazie.

Pietro Andrea Annicelli